Keshe, l’uomo della tecnologia del futuro?

Keshe, l’uomo della tecnologia del futuro?

by -
0 34

La notizia dell’esistenza della Fondazione Keshe e la sua nuova tecnologia al plasma, si sta rapidamente diffondendo sul Web. La nuova comprensione sulla struttura della materia e dell’energia gravitazionale come funzione dell’energia magnetica avrebbe reso possibile, secondo l’ing. Keshe, una tecnologia in grado di rivoluzionare ogni campo della vita umana. Ne abbiamo già fatto riferimento in altri articoli qui su Pickline.

Keshe, l'uomo della tecnologia del futuro?
Keshe, l’uomo della tecnologia del futuro?

La comunità internettiana è divisa. C’è chi spara a zero immediatamente su tali prospettive; sono soprattutto coloro che hanno una preparazione specialistica di fisica teorica, formatasi attraverso il paradigma scientifico ufficiale che non consente la visione di Keshe. C’è chi ormai si considera smaliziato nei confronti di tutte le notizie che negli ultimi mesi sono comparse in rete, che promettono cambiamenti stravolgenti della società, ma che poi non si avverano come ci si aspettava. C’è chi semplicemente si aspetta la truffa dietro ogni angolo e scommette che domani stesso mr. Keshe se ne esca con una richiesta di contributo per finanziare le sue ricerche o che sia rivelata la sua connivenza, volontaria o meno, con i detentori del potere mondiale, impegnati ad ingannare il pubblico dando in pasto favole irrealizzabili e guadagnare così il tempo necessario ad implementare definitivamente il loro controllo totalitario.

Ma c’è anche chi considera le teorie di Keshe del tutto pertinenti, e tra questi ci sono anche scienziati eterodossi come Giuliana Conforto, e vedono nella sua attività divulgativa tutti i principi, non solo etici, di cui l’umanità in questo momento ha estremo bisogno. Impossibile al momento verificare come stanno effettivamente le cose. Se abbiamo deciso di proporre quest’altro contributo video è perché siamo evidentemente tra i possibilisti, considerando tale atteggiamento positivo più fruttuoso del tradizionale cinismo accademico.

L’intervista di quasi due ore all’ing. Keshe è in ogni caso molto bella e colpisce la naturalezza e la sicurezza delle sue risposte, che restituiscono comunque un quadro molto coerente dal punto di vista razionale, etico e storico.

Un elemento estremamente significativo delle possibilità che mr. Keshe promette riguarda il fatto che una simile tecnologia rivoluzionerebbe anche l’intera struttura politica con cui è organizzato il mondo. Ne abbiamo già parlato qui. Inoltre si tratterebbe di una tecnologia talmente potente che se usata male sarebbe in grado di distruggere in un attimo non solo l’intera umanità ma il pianeta stesso che la ospita. E’ come se evidentemente fossimo arrivati al punto di svolta epocale che richiede il cambiamento radicale del tradizionale atteggiamento umano basato sull’ostilità e la competizione.

Nell’intervista Keshe lo dice chiaramente: è fondamentale che tutte le nazioni, tutti i gruppi umani, tutti gli uomini devono avere la stessa identica conoscenza per poter usare tale tecnologia, in maniera che nessuno possa esserne vantaggiato. In effetti la politica di diffusione multilaterale dei brevetti che la fondazione Keshe sta portando avanti conferma questa posizione.

Certo, sorprende un poco che la prima mossa per costruire questo nuovo quadro politico mondiale basato sulla pace e la giustizia provenga dal governo iraniano che sarebbe già in possesso della tecnologia al plasma. Ricordiamo che Keshe è iraniano.

C’è però da dire che il recente illuminato discorso alle Nazioni Unite di Ahmadinejad è perfettamente in linea con questa necessità e, paradossalmente, giustificherebbe l’ennesimo tentativo dei gerarchi dell’oligarchia mondiale di criminalizzare questo paese.

Un’ultima nota la vogliamo dedicare alla recente missione che un piccolo gruppo di aderenti alla comunità Tempo di Cambiare ha compiuto recandosi in Belgio per incontrare mr. Keshe e verificare di persona, se non altro, la veridicità umana del personaggio. Il resoconto è stato positivo ed è riportato nel video che segue quello dell’intervista a Keshe.

Intervista all’ingegnere Keshe

 

Resoconto dell’incontro con l’ingegnere Keshe

SIMILAR ARTICLES

3 148