Si fa un po’ di fatica a digerire un certo tipo di informazione e certe cose sembrano proprio fuori dal mondo. Ma non si fa in tempo ad inserire una tessera, che subito si scorgono i particolari di una nuova figura del tutto inaspettata, che rende l’immagine totale ancora più assurda. Pur con tutta la buona volontà, occorre tempo e indicazioni più chiare per realizzare anche solo di cosa si sta parlando.

Ma è importante continuare su questa strada. E’ importante non scoraggiarsi e cercare di capire al più presto in quale situazione ci siamo cacciati a livello di umanità. Ciò che sta accadendo è come se il pianeta fosse investito da uno straordinario fascio di luce che sta illuminando tutto, anche quel che prima veniva accuratamente nascosto. E’ nell’oscurità infatti che vengono condotti gli affari più sporchi.

Per esempio, che le ragioni della crisi finanziaria si possano circoscrive intorno alla truffa dell’emissione monetaria sulla base del nulla da parte delle banche private, sembra un discorso ormai abbastanza riconosciuto. Di materiale documentativo in giro ce n’è tanto e anche noi di Pickline abbiamo pubblicato l’intervista a Domenica De Simone in cui, parlando dell’impegno di Ezra Pound contro l’usura della finanza internazionale, egli cerca di spiegare cosa c’è alla base del meccanismo che ha condotto e sta conducendo il mondo alla rovina.

Ma è da pochissimo che qui in Italia si sta scoprendo una storia ancora più agghiacciante della perdita della sovranità monetaria. Tutti noi, appena entriamo a far parte della società civile, già semplicemente con il certificato di nascita, veniamo privati della nostra sovranità personale per entrare in un complesso sistema di vincoli, tali da essere trattati come schiavi, se non addirittura come merce. Non si tratta di semplici sospetti. C’è gente che sta studiando la materia da anni e ha accumulato molti documenti in proposito.

Potevamo mai immaginare, per esempio, che l’Italia come molte altre nazioni già dagli anni ’30 ha subito la bancarotta nazionale e, di fatto, tutta la popolazione è stata immolata alla finanza internazionale come garanzia per ripagare un debito che non sarà mai possibile ripagare? Potevamo immaginare che il certificato di nascita di ogni individuo corrisponde ad un bond regolarmente depositato al SEC (Security Exchange Commission) di New York, per cui ognuno di noi è stato quantificato con una certa somma? Potevamo immaginare che il nostro nome scritto sui documenti non corrisponde affatto al nostro essere in carne ed ossa, ma ad un trust, una corporation, una personalità giuridica, vincolata all’interno del sistema con leggi che limitano drasticamente i nostri diritti?

Immaginavamo, sì, che c’era qualcosa che non andava nel sistema, ma questa realtà ha dell’allucinante. Stiamo cercando di approfondire l’argomento, attraverso ciò che è stato pubblicato in inglese da appassionati ricercatori in Australia, Canada e Stati Uniti.  Per il momento non siamo ancora in grado di specificare fonti più precise, se non quelle che abbiamo già riferito nell’articolo Nascere da schiavi e nell’introduzione alla fondamentale conferenza di Santos Bonacci, Rivendicare la propria sovranità, a cui senz’altro rimandiamo per compiere voi stessi le vostre ricerche. Anzi, vi saremmo grati se voi stessi voleste contribuire indicandoci le vostre scoperte.

A quanto ci risulta qui in Italia c’è Italo Cillo che da un paio di settimane sta affrontando l’argomento nel suo podcast settimanale, in particolare vi consigliamo di ascoltare il numero 8 che in sostanza riporta i contenuti della conferenza di  Bonacci, e il numero 9 che fa un passo ulteriore cercando di verificare come migliaia di persone in tutto il mondo stanno cercando di affrancarsi dalle maglie del sistema e rivendicare la propria sovranità sulla base della conoscenza dettagliata delle norme giuridiche. Il sito Connessione Cosciente sta pubblicando materiale storico tradotto  dai siti del gruppo di ricerca di Bonacci. Il nostro articolo Disoccupazione: sia la benvenuta, non era solo una provocazione, ma spiegava anche quanto sia importante in questo momento per il benessere della nostra esistenza, cercare di uscire in qualche modo e quanto prima dal sistema. Come si consta ogni giorno, esso sta stringendo sempre più il cappio intorno al nostro collo.

Qui di seguito riportiamo un testo esplicativo tratto da una conferenza di Victor Varjabedian, che riferisce della realtà degli Stati Uniti. Possono cambiare i nomi e le leggi, ma in sostanza quella italiana, come provincia dell’impero, non si discosta molto.

Le origini della schiavitù monetaria:

“Numerose persone hanno problemi con l’agenzia per la riscossione delle imposte, problemi con la polizia, problemi col sistema giudiziario, ci sono persone che perdono le cause quando si rivolgono ai tribunali. Tuttavia, il vero problema non è l’agente delle tasse, non è la persona in carne ed ossa che ce l’ha con voi per conto di un ente societario, ma le personalità giuridiche.

Ad esempio, se voi ricevete una comunicazione da un agente dell’agenzia delle tasse, non è con l’agenzia che avete dei problemi, li avete con la persona che vi ha inviato quella lettera. Quindi dovete rendervi conto di quale sia il vostro obiettivo.

Ora, negli ultimi 60 anni c’è stata una nuova legge ed il suo nome è UCC. UCC sta per Codice Commerciale Uniforme, e si tratta del codice che si applica al commercio. Ora, tutti noi siamo coinvolti in attività legate al commercio. Se si vive in una società è necessario operare in accordo l’uno con l’altro. Quindi, fondamentalmente, se si intende vivere in società, ci sono determinati codici che è necessario rispettare.

Ci sono persone che affermano di non voler avere nulla a che fare con la previdenza sociale, di non voler avere a che fare con le patenti di guida, che non amano la funzione delle patenti di guida, che non credono nella funzione della agenzia delle entrate, tuttavia, tutti dovrebbero rendersi conto del fatto che, se si vive in società, e c’è cooperazione, a quel punto, se si accettano banconote delle Federal Reserve per il proprio lavoro, se si vuole guidare e registrare la propria auto, tutto ciò è legato a contratti, e i contratti costituiscono legge tra le parti.

Certo, siete sovrani, tuttavia cedete parte della vostra sovranità quando stipulate contratti. Ora, cosa sono in realtà questi contratti? Tutti i contratti sono codificati. Codificati significa che ci sono determinate condizioni stabilite tra le persone su cui ci si trova d’accordo per contratto, e dopo averli stipulati volontariamente, non si può semplicemente affermare: “per noi non vale più”, oppure: “non li rispetteremo”.

Quindi le persone si trovano di fronte ad una serie di problemi perché affermano: “Beh, ho dei diritti garantiti dalla Costituzione”. Poi ci si reca in tribunale e il giudice afferma: “Non nel mio tribunale, la Costituzione non vale nel mio tribunale”. E a quel punto cominciate a rifletterci su.

La Costituzione non vale nel mio tribunale? Io credevo che questo paese avesse una costituzione, credevo che tutti gli impiegati governativi fossero soggetti alla Costituzione, quindi come può questo giudice affermare comportandosi come se fosse Dio, che la Costituzione non vale nel suo tribunale? Allora, evidentemente c’è un problema. Stanno forse violando la legge? No, non lo stanno facendo.

Non lo stanno facendo poiché ci sono determinati contratti che voi avete stipulato e che fondamentalmente limitano i vostri diritti, in riferimento ai diritti garantiti dalla Costituzione e che inoltre limitano i Diritti fondamentali dell’individuo.

Il sistema giudiziario (corti e tribunali) è fondamentalmente un’associazione privata. Non ha nulla a che vedere con il governo degli Stati Uniti, ha a che vedere con il “franchise” concesso dalla “English Bar Association”. Questo ha il proprio rappresentante, che è in effetti il legale (avvocato) e tutti questi legali naturalmente hanno il permesso concesso dalla “Bar Association” di praticare il diritto.

Ora, se voi voleste praticare il diritto, vi sbatterebbero in galera, probabilmente. La ragione non riguarda il fatto che voi non possiate discutere di diritto, si tratta del fatto che tutti questi codici che utilizziamo sono stati posti sotto copyright da parte di una compagnia canadese, che in effetti è una compagnia britannica, per nostro conto. Quindi, se tutto è soggetto a copyright, scatta automaticamente la legge sul copyright. E se voi utilizzate materiale soggetto a copyright, state operando in violazione dei codici.

La questione è che loro hanno l’autorizzazione per utilizzare le leggi, pagano il “canone” relativo al “franchise”, voi non lo fate. Dovete passare l’esame della “Bar Association” e dovete ottenere la loro autorizzazione per utilizzare i codici.

Quindi se qualcuno ha intenzione di stipulare un contratto con voi, dovete rendervi conto del fatto che questi ultimi non possono imporvelo. Deve avvenire col vostro consenso. Quindi, ogni volta in cui stipulate contratti con qualcuno, il vostro stato mentale, la vostra volontà è molto importante. Ambedue le parti devono essere d’accordo sul contratto.

La ragione per cui vi sto dicendo questo, è che nessuno può puntarvi una pistola alla testa e forzarvi a firmare alcunché. Il sistema giudiziario funziona allo stesso modo. Si tratta di un’arena privata. Quindi, loro non possono imporvi di presentarvi in tribunale, a meno che qualcuno presenti una denuncia e che questi conceda i propri diritti alla corte e la corte a quel punto agirà per conto di quella persona.

In ogni caso, la corte è un soggetto terzo. Non si tratta del soggetto che in effetti ce l’ha con voi. Anche se a voi pare così. Quindi semplicemente comprendendo questo, dovreste comprendere che se voi ricevete una convocazione, si tratta fondamentalmente di un “Invito a comparire” ed hanno bisogno che voi siate d’accordo, in maniera tale da presentarvi presso la Corte alla quale vi dovete sottomettere, si tratta in pratica di permettere alla Corte di parlare con voi, di perseguirvi o altro, ma hanno bisogno che voi siate d’accordo. Questa è la ragione per cui quando vi presentate di fronte alla Corte il giudice vi chiederà di pronunciare il vostro nome, dopo esservi alzati in piedi, riferendo chi siete, fornendo il vostro nome al giudice – attenzione – il nome di proprietà – fornire il vostro nome al giudice, in maniera tale che egli possa utilizzarlo, senza essere soggetto a responsabilità di carattere commerciale.

Ora, se il vostro nome, come è ovvio, è soggetto a copyright, a quel punto voi dovete rendere noto a tutti che non avete intenzione di condurre affari senza compensazione (essere rimborsati),  e ora per loro si presenta un grosso problema, devono utilizzare ogni “trucco” disponibile nei testi legali in modo da avere il vostro accordo affinché cooperiate con loro.

Allora, cominciamo a parlare di come ci siamo trovati coinvolti in questa complessa situazione. Ora, noi sappiamo che Dio, qualunque ente noi si definisca Dio, il potere divino in generale, ha creato l’uomo. Quindi Dio è il creatore, e l’uomo non può andare oltre Dio, questo è diritto naturale. Ora, l’uomo ha creato una Costituzione, che è un contratto, e la Costituzione ha creato il Governo, e il governo ha creato le “corporation” (società/personalità giuridiche) come le agenzie per le imposte e tutte le altre personalità giuridiche.

Ora, dato che noi abbiamo creato il governo, come può oggi il governo avere tale enorme potere su di noi, e forzarci a sottostare a tutte queste regole, codici e leggi? E se non sottostiamo a quel punto, naturalmente, abbiamo dei problemi.

Quindi sarebbe contrario al diritto naturale, tuttavia c’è stata una mossa molto astuta che è stata realizzata tempo fa, negli anni ’30. E ciò che è stato fatto – ed è una cosa che alla maggior parte delle persone è sfuggita – un soggetto sovrano è sovrano, una “corporation” (personalità giuridica) non può controllare un sovrano, perché è essa stessa creata da un sovrano. Le “corporation” (società/personalità giuridiche) sono enti fittizi.

Si tratta di personalità giuridiche, in ogni caso, non sono esseri umani, sono state create da noi, quindi, ciò che sto tentando di dirvi, è che quando avete creato una “corporation”, l’avete creata per i vostri scopi, e se non vi sta bene, ve ne liberate, e create un’altra “corporation”.

Ora, tenendo a mente questo, ciò che accade e che quando nasce un bambino, i genitori registrano il bambino presso lo Stato o presso le agenzie governative, e questi ultimi hanno fatto credere al popolo americano che si trattasse di un semplice atto di maternità, mi pare nel 1912. Hanno fatto credere alla gente che il governo si sarebbe preso cura dei bambini dato che c’era la questione del nucleo familiare, in merito al fatto che il padre lavorasse e che la madre si prendesse cura dei bambini.

Quindi intendevano aiutare la madre e il bambino, così hanno approvato questo “legge sulla maternità”. E una di quelle “legge sulla maternità” afferma che, dato che il marito è troppo impegnato col suo lavoro per prendersi cura della famiglia, il governo fornirà dei benefici, in maniera da poter fornire vantaggi alla madre e ai bambini. Quindi per realizzare tutto ciò hanno preteso di conoscere per ogni singolo bambino, nome, data di nascita, tutti questi dati e, approvata tale misura, le persone hanno iniziato a registrare i propri bambini presso la Stato o le agenzie del governo.

Ora, quando il bambino nasce, gli viene dato quello che è il suo “vero nome”, quello che viene definito “nome cristiano”. Ora, non parlerò di religione in questo caso, perché in effetti non ha nulla a che vedere con il Cristianesimo in sé, in ogni caso la Costituzione fu fondata sulla Bibbia, quindi direi che è questa la ragione per cui è stato adottato.

Quindi quando un bambino nasceva, prima di questo atto di maternità, le persone erano solite avere due testimoni e una Bibbia, e li utilizzavano per registrare il proprio bambino e quello era un fatto giuridico accettabile da chiunque. Ma successivamente a tale legge di maternità, le persone cominciarono a registrare i propri bambini presso il governo.

Quindi ciò che accade è che quando si registrerà il proprio bambino presso il governo a quel punto il governo creerà una nuova personalità giuridica che rappresenta in pratica il vostro “nome commerciale”, il nome commerciale del bambino, cosicché, una volta compiuti i 18 anni, egli potrà avere la possibilità di condurre affari con il mondo delle personalità giuridiche.

Ora, perché avete bisogno di una personalità giuridica per condurre affari in un mondo costituito da personalità giuridiche?

E’ una questione molto importante. Un soggetto che è sovrano, è responsabile al 100% delle proprie azioni, è responsabile per tutto ciò che fa. Se commette un crimine non può nascondersi, deve pagare in relazione a ciò che ha compiuto. Una personalità giuridica ha responsabilità limitata e quindi anche poteri limitati. Quindi in quanto soggetti, non sarebbe possibile condurre affari con una personalità giuridica perché tale condotta non rispetterebbe i principi del diritto naturale.

Una personalità giuridica può condurre affari solo con un’altra personalità giuridica. La personalità giuridica, che ha responsabilità limitata, non può condurre affari con un soggetto sovrano che è pienamente responsabile. Il soggetto dovrebbe assumersi piena responsabilità, mentre la personalità giuridica non si assumerebbe alcuna responsabilità. Non può funzionare.

Quindi loro, il governo, hanno creato un nome, che è simile al vostro vero nome, ma con tutte le lettere MAIUSCOLE. Ora, se voi consultate un dizionario di grammatica, noterete che con riferimento ai nomi propri, la lingua non riconosce casi di nomi con tutte le lettere maiuscole. Si utilizzano sempre lettere maiuscole e minuscole. Quindi, il nome del bambino, il suo nome “cristiano” viene scritto in lettere maiuscole e minuscole, e rappresenta il soggetto bambino.

Tuttavia quando lo registrate, il governo creerà una personalità giuridica che rappresenta il vostro nome commerciale e che utilizzerete per condurre affari con il mondo delle personalità giuridiche e che sarà scritto con tutte le lettere maiuscole. Ora, per verificare questo fatto dovreste tirare fuori il vostro portafogli e tirare fuori tutti i vostri documenti e noterete come non ci sia neppure un documento che riporterà il vostro nome con le lettere maiuscole e minuscole.

Tutto è scritto in lettere maiuscole. E la ragione sta nel fatto che tutti questi splendidi benefici e questi documenti non vengono rilasciati a voi, soggetti personali, ma sono stati rilasciati al vostro nome commerciale. Quindi se possedete una carta della previdenza sociale, quella non è vostra, è del vostro nome commerciale. Il nome commerciale ha una carta della previdenza sociale, il nome commerciale ha una patente di guida, passaporti e carte di credito. E noterete come tutto sia scritto con le lettere maiuscole.

Ora, potreste recarvi in banca per verificare questo e chiedere a loro di scrivere il vostro nome sul loro computer in lettere minuscole. L’addetto al pubblico vi dirà: “Non c’è problema, lo faccio subito”, ma quando comincerà a scrivere in lettere minuscole, anche se quel computer è identico a tutti gli altri computer, con cui si può scrivere in minuscolo, quando inizia a scrivere in minuscolo il computer scriverà comunque tutte le lettere maiuscole. E dirà: “Questa non la capisco. Come può essere? Continuo a digitare lettere minuscole ma scrive sempre tutte lettere maiuscole”.

Si può pensare che è così perché quel computer non funziona, ma in effetti funziona bene perché è il sistema che funziona così. Perché quel conto in banca non è vostro, il conto in banca appartiene al vostro nome commerciale, con tutte le lettere maiuscole. Ora, voi siete il firmatario autorizzato, non siete il proprietario. Se volete verificarlo, se avete degli assegni personali, noterete come ci sia una riga dove dovreste firmare. Bene, quella sembra una linea, ma non lo è affatto. C’è una piccola dicitura che dovreste leggere con la lente d’ingrandimento che vi dirà che si tratta di “firmatario autorizzato”. Non dice affatto “proprietario”, perché la firma che voi state apponendo sull’assegno in verità la state apponendo per conto di qualcun altro, non è il vostro conto, è il conto di una personalità giuridica.

Quindi ciò che sto tentando di farvi capire è che ci sono due enti coinvolti in riferimento ai quali le persone, numerose persone, si sentono confuse ed affermano: “Insomma, il mio nome e Pinco Pallino, quindi ho un numero di previdenza sociale, ho una patente di guida. No, non l’avete,

Lettere minuscole corrisponde all’essere umano in carne ed ossa, voi, e non avete alcun privilegio. Alcune persone affermano: “Vorrei riconquistare la mia sovranità, cosa devo fare?” E io gli ripeto di continuo: “Tu sei già sovrano. Tu non puoi riguadagnare alcunché, tu sei un soggetto sovrano”.

Ora, se pensi di non essere sovrano, sei capitato nel posto sbagliato, tu sei un soggetto sovrano. Tu sei stato creato da Dio, sei carne ed ossa, sei sovrano, responsabile per ogni singolo atto che compirai nel corso della tua vita. Tuttavia, tu cedi la tua sovranità non appena cominci a stipulare contratti. E ciò accade non appena compi 18 anni e cominci ad avere a che fare con la previdenza sociale, vieni coinvolto per il fatto di avere una patente di guida, vieni coinvolto perché firmi il mod. 740, tutti questi privilegi li ottieni in base alla tua volontà.

Ora nessuno ti sta puntando la pistola alla testa per obbligarti ad ottenerli, tuttavia, il Sistema è congegnato in maniera tale che, a partire da quando compi 18 anni devi dimostrarti un buon cittadino, le scuole ti insegnano come pagare le tasse, ti spiegano anche come ottenere un diploma, un lavoro, affinché paghi le tasse, in maniera da poter aiutare il paese. Non avrei problema ad aiutare il paese, non mi crea problemi dare una mano alla comunità, per far crescere la sua ricchezza. Personalmente, tuttavia, ho dei problemi nel pagare un terzo, perché non si tratta di agire a beneficio del nostro paese, ma a beneficio di chiunque abbia costruito questo sistema, ovvero a vantaggio dei banchieri internazionali.

Ora parliamo un attimo dell’UCC, e di cosa rappresenti per noi. Naturalmente abbiamo il diritto naturale, quello nessuno può togliercelo, c’è la “common law”, la legge inglese, e la “common law” non è scritta, tuttavia ci sono libri scritti a proposito della “common law”. E poi c’è il diritto commerciale. Questi banchieri internazionali, che non hanno nulla a che fare con gli Stati Uniti, perché ogni singola banca viene “approvata” dall’Inghilterra. Quindi, tutte le autorizzazioni relative ai loro atti costitutivi vengono concesse dall’Inghilterra

L’Inghilterra controlla il sistema bancario, l’Inghilterra controlla tutti i sistemi giudiziari e i suoi rappresentanti, ovvero i giudici e gli avvocati. E queste “corporation” internazionali controllano inoltre i media, non con la frode, ma con i soldi. Loro li hanno finanziati e li hanno comprati praticamente tutti. Questa è la ragione per cui mai sentirete parlare di tali informazioni, perché sono loro a decidere quali informazioni diffondere e quali no.

Quindi l’intero sistema è controllato dai banchieri internazionali e dalla finanza internazionale e loro stanno fondamentalmente utilizzando quelle che sono le proprie regole e i propri regolamenti. Quindi non piangetevi addosso perché non potete cambiarlo, loro hanno soldi, loro hanno creato i soldi, e fondamentalmente noi abbiamo accettato tutto quello che ci hanno offerto”.

Letture consigliate